“Sabato 7 Luglio indossiamo una maglietta rossa per coniugare sicurezza e solidarietà”. L’appello di Libera per un Europa che accoglie.

 

Libera insieme ad Arci, ANPI e Legambiente sono i promotori dell’iniziativa di sabato 7 luglio che invita ad indossare magliette di colore rosso per denunciare l’indifferenza e il cinismo a fronte delle vittime in mare degli ultimi giorni, tra cui tre bambini.

 

Le parole dell’iniziativa “fermare l’emorragia di umanità” sono la metafora dell’urgenza di anteporsi ad un clima di preoccupante indolenza rispetto a fatti gravissimi come l’annegamento in mare di cento migranti al largo delle coste libiche, tra cui tre bambini.

Firmatari dell’appello sono Don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera e del Gruppo Abele, Francesco Viviano, giornalista, Francesca Chiavacci, presidente nazionale dell’Arci, Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente e Carla Nespolo, presidente nazionale ANPI. La stessa ANPI invita tutti “ad aderire operativamente” fotografandosi con una maglietta rossa per poter pubblicare nel web chiunque voglia sostenere l’iniziativa inviando gli scatti anche corredati da messaggi all’indirizzo mail: ufficiostampa@anpi .

Aderiscono all’appello moltissime associazioni e cooperative che nel sito di Libera vengono aggiornate di ora in ora.

 

 

di Chiara Forti 

Pubblicato il 04/07/2018